Benvenuti nella pagina del progetto

La nostra casa sull' adriatico

Io sono Alice

Sono nata dalla creatività di Mauro Mazziero e Valentina Fratta. Sarò la vostra guida alla scoperta delle ricchezze del nostro territorio e delle proprietà del cosiddetto "pesce povero".

Nato con lo scopo di informare  e sensibilizzare, la popolazione ed i turisti, facendo conoscere l’ambiente circostante e le sue peculiarità, partendo dal mare Adriatico e dalle sue risorse, che sono alla base della nostra cultura e delle nostre tradizioni. 

Seguiteci, vi informeremo su tutte le principali attività che si svolgeranno a Porto Potenza Picena, Marche, Italy fino all’8 luglio 2018.

Seguite gli aggiornamenti anche sulla nostra Pagina FaceBook

Il progetto

Questo intervento, realizzato dal Comune di Potenza Picena, è realizzato con il contributo del PO FEAMP 2014-2020 - priorità 4 azione 2.2 del Piano di Azione Locale del FLAG Marche Centro.

Ecco tutti i dettagli del 1° evento del progetto  –  La nostra casa sull’Adriatico.

Sabato 19 Maggio ore 17,00

presso il locali dell’oratorio nuovo di Porto Potenza Picena, convegno con grandi collaborazioni, esperti di prestigio…e sorpresa finale…non mancate!!!

CONVEGNO “LA NOSTRA CASA SULL’ADRIATICO”
SABATO 19 MAGGIO 2018

RELATORI:

Biologo, Responsabile Laboratorio Microbiologico

È discendente di storica famiglia civitanovese di commercianti, in ambito ittico da quattro generazioni. A soli 16 anni prosegue la tradizione di famiglia divenendo astatore del mercato ittico di Civitanova Marche e uomo fiduciario della flotta dei pescatori nel periodo di passaggio alla pesca a motore. È l’ultimo “astatore a voce” del mercato ittico e vive il passaggio, nel 1968, all’asta meccanica e poi elettronica. Nel 1978 rileva la società di famiglia introducendo nuove modalità di vendita e di rapporto con gli attori della filiera, divenendo punto di riferimento nel territorio per ristoratori, l’emergente Grande Distribuzione Organizzata, commercianti al dettaglio e ambulanti. Negli anni ’80 realizza a Montecosaro uno dei primi insediamenti per la conservazione e lavorazione del pesce congelato.
All’attività commerciale affianca da sempre una passione per la storia locale e l’enogastronomia, esplorando nuove sinergie e ambiti di studio. È fondatore e responsabile della sede Slow Food di Civitanova Marche, attraverso la quale entra in contatto con i principali esponenti nazionali del movimento. Collabora assiduamente con ASSAM e con l’Accademia Italiana della Cucina, operandosi per la promozione del prodotto ittico locale.
Collabora a pubblicazioni di storia enogastronomica locale, ponendo sempre particolare attenzione all’abbinamento tra la conoscenza dei piatti della tradizione con le peculiarità del mondo agricolo.

Fino al 2015 chef e titolare, insieme alla moglie Luigia Moreddu, del ristorante “La luma” di Montecosaro. Originario di Montecosaro, ha maturato decennali esperienze internazionali lavorando tra le Svizzera e la Francia. Ha lasciato il ruolo di chef dell’hotel Hilton di Roma per tornare a Montecosaro e aprire il ristorante “La luma” In cinquant’anni di ristorazione ha ospitato celebrità e nomi dello spettacolo e dell’enogastronomia, facendo diventare “La luma” un’eccellenza conosciuta a livello nazionale: da Carlo Verdone a Giancarlo Giannini a Beppe Bigazzi. La specialità a cui il suo nome è più legato è il piatto delle quaglie alle visciole.

Dirigente veterinario ASUR MARCHE – AREA VASTA 3; Dipartimento di Prevenzione sede di Civitanova Marche. Unità operativa: Igiene degli Alimenti di Origine Animale. Responsabile Vigilanza su stabilimenti riconosciuti e allevamenti di mitili in mare. Responsabile piano di sorveglianza zone di produzione molluschi bivalvi. Sorveglianza banchi naturali e allevamenti molluschi eduli lamellibranchi. Componente del gruppo di progetto “Piano integrato dei controlli Sottogruppo Molluschi e prodotti della pesca” della Cabina di Regia “Prevenzione CollettivaW” della Regione Marche

Tommaso Lucchetti è storico della cultura gastronomica e dell’arte conviviale, è docente di Storia e Cultura dell’Alimentazione all’Università di Parma. Collabora presso musei, siti archeologici, archivi, biblioteche ed istituzioni culturali. Tra le venti monografie pubblicate Piatti reali e trionfi di zucchero (cui ricettari seicenteschi di casa Bonaccorsi), Storia dell’alimentazione, della cultura gastronomica, dell’arte conviviale delle Marche, Il Poeta e la sua mensa, Il sapore delle arti.